PARESTESIE

Questo termine esprime alterazioni della sensibilità, che può essere a carico delle braccia, delle gambe, del dorso, etc.  Quasi sempre si attribuisce la causa ad un’alterazione della conduzione nervosa a carico delle radici nervose, che può essere legata a radicoliti, compressioni o lesioni delle radici stesse. Le compressioni possono essere causate da eccesso di tensione muscolare, contratture, traumi, manipolazioni articolari incongrue, interventi chirurgici, etc.
Le radici nervose compresse non pregiudicano soltanto la sensibilità, poiché infatti se queste innervano vasi sanguigni arteriosi, il sangue avrà maggiori difficoltà nella circolazione stessa.

SINTOMI

La sensazione può spaziare dal non percepire adeguatamente uno stimolo cutaneo (ad esempio il contatto con la pelle viene percepito pochissimo o per niente), al percepirlo in maniera abnorme (il semplice sfioramento risulta molto fastidioso), oppure può manifestarsi sotto forma di formicolio.

POSSIBILI CAUSE

Le compressioni di radici nervose sono molto frequenti, soprattutto per l’eccesso di tensioni muscolari, per le protrusioni discali, per le ernie del disco, per errori durante un intervento chirurgico, per manipolazioni vertebrali fatte in presenza di controindicazione o in modo incompetente, etc.

TERMINI CONNESSI ALLA PATOLOGIA

Parestesia, ipoestesia, iperestesia, formicolio, alterazione della sensibilità, insensibilità, ipersensibilità, sensibilità ridotta, scarsa sensibilità, neuropatia, compressione radicolare, radicolite, disturbo della circolazione.
SCRIVI AL POSTUROLOGO per ricevere un parere sulla sua problematica : info@posturalteam.com