DENTI E POSTURA

Per anni vi è stata molta diffidenza verso coloro che affermavano l’esistenza di relazioni meccaniche ed energetiche fra questi due elementi, ovvero i denti e le alterazioni posturali. Oggi invece tale relazione è stata quasi universalmente accettata, grazie alla sua dimostrabilità attraverso strumenti scientifici quali pedane baropodometriche e stabilometricheche, oltre che alle dimostrazioni empiriche. Uno studio scientifico condotto, prevedeva la creazione artificiale di precontatti dei denti e l’osservazione delle variazioni di pressione, che di conseguenza si venivano a creare in vari punti ben precisi e ripetibili sotto la pianta dei piedi.
L’articolazione temporo-mandibolare è un tramite attraverso cui si trasmettono i precontatti ai muscoli dell’ATM (articolazione temporo-mandibolare), dunque da questa al collo e dal collo al tratto cervicale e quindi a tutto il sistema muscolo-scheletrico. Un’altra via di trasmissione nervosa-sensitiva è il cranio, per quanto riguarda l’arcata dentaria superiore. Non va dimenticato che ogni dente è innervato e quindi invia messaggi al sistema sensitivo-motorio del cervello. Ogni pressione anomala, incongruente, disagevole, mette in atto sistemi di difesa e di antalgismo e quindi andrà a modificare l’assetto posturale, con ovvie conseguenze.
Degno di nota è anche il fenomeno legato al “dente mancante”, che permette alla lingua di protrudere in uno spazio non previsto per lei; questo fatto crea alterazione nella deglutizione, torsione della lingua, tensioni anomale sotto al mento, e dunque alterazioni posturali.
Non va trascurato un altro fenomeno importante: “il bimetallismo”. Infatti la presenza in bocca di più metalli con diverse caratteristiche (amalgama e oro) può dare origine a questo fenomeno in cui la saliva fa da conduttore tra due metalli con due potenziali elettrici diversi (bagno “galvanico”) con correnti significative (la pila di Volta, nacque da questo principio). Tali correnti, avvertibili dalla lingua, fanno sì che questa si orienti e si allontani dalla fonte di disagio, assumendo movimenti torsionali che inevitabilmente provocano una deglutizione alterata.

SINTOMI

Elencare i sintomi è quasi impossibile, data la relazione con qualsiasi parte del corpo. Ogni articolazione può divenire sofferente o decisamente dolente per tali fenomeni: gonalgie (dolore alle ginocchia), lombalgie, cervicalgie, cefalee, scrosci, click o blocchi dell’ATM, etc. Attraverso test specifici si può risalire alla causa e scoprire se esiste una relazione fra la patologia in atto e un’otturazione, una malocclusione, una sub-lussazione dell’ATM, etc.

POSSIBILI CAUSE

malocclusione, cattiva intercuspidazione, dente mancante, dente incluso, patologie dell’ATM, otturazioni in amalgama, bimetallismo.

TERMINI CONNESSI ALLA PATOLOGIA

malocclusione, precontatto, intercuspidazione, ortodonzia, dente incluso, deglutizione atipica, bimetallismo, amalgame, scrosci dell’ATM, clik dell’ATM, lussazione dell’ATM, sub-lussazione dell’ATM, blocco articolare ATM.

SCRIVI AL POSTUROLOGO per ricevere un parere sulla sua problematica : info@posturalteam.com